In Kenya per la promozione della donna

Il 28 luglio scorso un gruppo di una quindicina di ragazze italiane è atterrato a Nairobi per un progetto internazionale di volontariato in Kenya.

Dall'Opus Dei

Il progetto nasce da una collaborazione tra la Residenza Universitaria Porta Nevia di Roma (della Fondazione Rui) e il Campus Bio-Medico con la Kianda Foundation, un'associazione fondata nel 1961 con lo scopo di promuovere il benessere culturale, professionale, sociale e spirituale della donna in Kenya.

Le studentesse, per la maggior parte di ambito sanitario, trascorrono due settimane a Nairobi impegnate presso il Moi Teaching and Referral Hospital, dove hanno la possibilità di effettuare visite e studiare casi clinici. Una parte della giornata è dedicata ad attività sociali come la pulizia di ambienti pubblici o la  preparazione di pasti all'interno degli orfanotrofi.

Tra le attività che si svolgono quest'anno c'è un progetto di ricerca sulla nutrizione delle popolazioni locali per migliorare le condizioni alimentari della zona, spesso difficili, e la collaborazione nella campagna finalizzata a debellare la parassitosi cutanea.

Infine le partecipanti avranno l'opportunità di partecipare a lezioni universitarie tenute da professionisti, presso la Moi University e la Strathmore University di Nairobi.