Papa Francesco ricorda san Josemaría come "precursore del Concilio Vaticano II"

La Segreteria di Stato di Sua Santità Papa Francesco ha inviato un telegramma con i saluti del Santo Padre in occasione del Convegno Internazionale sul pensiero teologico di san Josemaría. Il Papa parla del messaggio di san Josemaría.

Dal Papa

A Sua Ecc. Rev.ma mons. Javier Echevarría

Prelato dell’Opus Dei

 

In occasione del Convegno Internazionale dedicato a san Josemaría Escrivá de Balaguer e il pensiero teologico organizzato, al termine dell’Anno della fede, dalla Pontificia Università della Santa Croce, istituzione accademica da lui ispirata, il Sommo Pontefice Francesco rivolge il suo benaugurante saluto, auspicando che il prezioso esempio di vita sacerdotale del santo fondatore, precursore del Concilio Ecumenico Vaticano II nel proporre l’universale chiamata alla santità, susciti in tutti gli appartenenti alla grande famiglia dell'Opus Dei rinnovata consapevolezza che il credente, in virtù del Battesimo che lo incorpora a Cristo, è chiamato a essere santo e a collaborare, con il quotidiano lavoro, alla salvezza dell’umanità.

Sua Santità, mentre ricorda la perenne novità predicata con le parole e con la vita da san Josemaría: che la fecondità dell’apostolato sta nella preghiera e in una vita sacramentale intensa a costante, chiede una preghiera per lui e per il suo ministero e, invocando la luce dello Spirito Santo per una fruttuosa riflessione, imparte a Vostra Eccellenza, al Rettore Magnifico e ai docenti l’implorata benedizione apostolica, estendendola ai presenti e a quanti frequentano la Pontificia Università.

Arcivescovo Pietro Parolin

Segretario di Stato di Sua Santità